Importare Dati XML in InDesign

Questo tutorial XML InDesign descrive i passaggi per impaginare dati XML in Adobe InDesign.

  • Puoi scaricare gratuitamente il template del tutorial dal pulsante qui sopra.

L’importazione di file XML in InDesign consente uno stretto controllo sugli elementi grafici di un documento e permette di automatizzare quasi ogni tipo di layout.  XML presenta però una curva di apprendimento piuttosto ripida e può essere necessaria la presenza di un team che si dedichi a stabilire, mantenere e risolvere la logica legata anche alle operazioni più semplici.

Pagination ti aiuta a superare i problemi di conversione.

Indice

  1. Editare il template InDesign
  2. Configurare i campi immagine
  3. Due strumenti InDesign
  4. Impostare il template InDesign
  5. Importare il file XML
  6. Mappare la struttura XML
  7. Importare i dati XML (impaginare)

 

Tutorial InDesign XML con Template

Editare il template InDesign

Iniziamo dando un’occhiata alla struttura del file XML. In questo tutorial vogliamo unire i dati di una lista di auto. Ogni auto ha degli attributi (‘BRAND’, “CAR_MODEL’, ‘TYPE’ etc.) e un’immagine da importare.

Configurare i campi immagine

InDesign inserirà un campo immagine solo se l’attributo a href è aggiunto come un elemento XML. Un attributo a href richiede l’URL dell’immagine, di tipo relativo o assoluto.

Ecco degli esempi di URL assoluti:

Su Windows – href = “file:///C:/Images/car.psd”
Su Mac – href = “file:///Users/user-name/Documents/car.psd”

I percorsi URL relativi derivano dalla posizione del file XML. Ecco alcuni esempi di URL relativi:

href = “file:///car.psd” (quando l’immagine e il file XML condividono una cartella)
href = “file:///Images/car.psd”
href = “file:///…/Images/car.psd”

All URLs must include the string ‘file:///’ as a prefix.

Due strumenti InDesign

Il prossimo passaggio interessa due strumenti InDesign. Il primo è il pannello Struttura. Questo pannello contiene tutti gli elementi del nostro file XML. Ci consente anche di aggiungere, modificare e cancellare elementi e attributi dalla nostra struttura esistente. Puoi accedere al pannello Struttura con Visualizza -> Struttura -> Mostra Struttura.

Il secondo strumento è il pannello Tags. Questo pannello contiene una lista di tags utilizzati per mappare gli elementi XML che devono essere importati nel documento InDesign. Possiamo assegnare i tags a testi e immagini. Puoi accedere al pannello Tags con Finestra > Utility > Tag.

Impostare il template InDesign

Creiamo un nuovo documento InDesign con File > Nuovo > Documento. Per questo tutorial andiamo a deselezionare la casella Pagine affiancate a spuntare la casella Cornice di testo primaria e ad impostare due colonne.

Ora possiamo aprire la pagina mastro e personalizzarla con il nostro layout di progetto e gli oggetti di inizio e piè di pagina.

Importare il file XML

Torna alla prima pagina del documento e apri il pannello Struttura. Clicca su Importa XML dal menu nell’angolo in alto a destra del pannello (o con File > Importa XML nel menu principale di InDesign).

Questa opzione aprirà una nuova finestra di dialogo. Scegli il nostro file XML e spunta le caselle Mostra opzioni di importazione XML e Unisci i contenuti prima di aprire il file.

Deseleziona tutte le caselle nella finestra successiva e premi OK.

Il file XML è stato importato nel nostro documento. La struttura del documento è stata popolata come il file XML ed anche il pannello Tags è stato popolato con gli elementi corrispondenti del file XML.

Abbiamo bisogno solo di un elemento “auto” per la mappatura. Cancella gli altri elementi dal pannello Struttura selezionandoli, click destro e scegliendo Elimina.

 

Mappare la struttura XML

Mappiamo i file XML importati trascinando gli elementi del pannello Struttura al documento o assegnando i tags al documento dal pannello Tags.

Inizia assegnando all’elemento principale dell’auto un oggetto specifico all’interno del documento. Per fare questo seleziona un auto dal pannello Struttura e trascinala nella cornice di testo principale nella prima pagina. Questa cornice sarà poi popolata con tutti i valori e le immagini contenuti nella struttura dell’auto.

Tutti i campi vengono indicati con parentesi quadre ed etichettati con gli stessi colori del pannello Tags.

Fai attenzione che alcuni caratteri indesiderati potrebbero essere stati inseriti affianco ai campi importati (per esempio, caratteri di tabulazione e paragrafo). Uno strumento utile per rimuovere questi caratteri può essere trovato selezionando il testo e scegliendo Modifica > Modifica in editor brani.

Mostra i caratteri nascosti cliccando con il tasto destro sul box e scegliendo Mostra caratteri nascosti. Poi procedi cancellando tutto quello che non è necessario.

Nota: effettuare cambiamenti del testo direttamente all’interno della cornice di testo offre gli stessi risultati delle modifiche effettuate nell’editor brani ma l’editor brani mostra i nomi completi dei campi XML (a differenza di solo le semplici parentesi). Questa forma estesa può semplificare drasticamente il processo di editing.

Ora possiamo personalizzare i nostri campi con gli strumenti grafici di InDesign (stili di paragrafo, stili di carattere, opzioni di cornice, ecc.). Nel nostro esempio abbiamo aggiunto delle etichette prima di ogni campo e dato a queste etichette il grassetto come stile di carattere.

Possiamo anche effettuare delle modifiche ai campi che troviamo al di sotto dell’immagine principale – BRAND, CAR_MODEL e TYPE. Iniziamo questo processo creando stili di paragrafi e chiamandoli “Brand” e “Model”.

Ora clicca nel menu in alto a destra nel pannello Tags e clicca su Map tags su stili. Questo farà apparire una finestra di dialogo nella quale possiamo assegnare uno stile di paragrafo ad ogni tag – nel nostro caso lo stile di paragrafo “Brand” al tag BRAND e lo stile di paragrafo “Model”  al paragrafo ai tag CAR_MODEL e TYPE.

Clicca su OK. Ti apparirà il seguente risultato:

Il nostro ultimo passaggio di personalizzazione comporta degli aggiustamenti alla cornice di immagine. Inizia selezionando la cornice e riducendone l’ampiezza. Poi clicca con il tasto destro all’interno della cornice, seleziona Adatta -> Opzioni adatta cornice  e seleziona Adatta automaticamente e Riempi cornice proporzionalmente. Assicurati che tutti i valori “Quantità ritaglio” siano impostati a zero. Tutte le nuove immagini importate saranno ora adattate alla dimensione della cornice.

Abbiamo ora completato la personalizzazione grafica. I seguenti screenshots mettono a confronto la preview e l’anteprima di stampa del nostro stile auto:

Salva il documento come modello InDesign (formato .indt), chiudilo e riaprilo.

Il passaggio chiudi e riapri è importante dal momento in cui stiamo aprendo un template senza nome al posto di un documento rinominato.
Possiamo perciò riutilizzare il template per altri progetti, il che è molto utile se stai creando cataloghi molto ampi. Per esempio, per avere diversi documenti, con nomi personalizzati, per ogni categoria.

Importare i dati XML (impaginare)

L’ultima sezione di questo tutorial ti mostrerà come importare tutti gli elementi dell’auto nel nostro template.

Questo processo usa lo stesso metodo di importazione XML visto sopra. Quindi: apri il pannello Struttura e clicca su Importa XML dal menu nell’angolo in alto a destra del pannello (o con File -> Importa XML nel menu principale di InDesign). Scegli il nostro file XML e seleziona entrambe le opzioni Mostra opzioni di importazione XML e Unisci contenuti.

Ora dobbiamo scegliere diverse opzioni nella finestra Opzioni di importazione XML:

  • Crea collegamento: Assicura che tutti i cambiamenti fatti al file XML si rispecchino nel nuovo documento InDesign.
  • Clona elementi di testo ripetuti: Utile quando i tuoi file XML hanno elementi ripetuti, ad esempio elementi delle auto ripetuti nel nostro file. InDesign controllerà questi elementi durante il processo di importazione e li clonerà nel nuovo documento.
  • Non importare i contenuti di elementi composti da soli spazi bianchi: Previene l’importazione di elementi che contengono solo spazi bianchi o salti di caratteri (ad esempio, ritorni di paragrafi)
  • Elimina elementi, cornici e contenuti che non corrispondono all’XML importato: Cancella tutto il contenuto non trovato nel file XML nel nuovo documento.

Clicca su OK nelle Opzioni di importazione XML per unire il nuovo documento InDesign con gli elementi XML.

Puoi notare che gli elementi BRAND e CAR_MODEL sono stati separati:

Puoi correggere questa impostazione selezionando lo stile paragrafo “Brand” dal pannello Paragrafi, click destro e scegli Modifica Brand. Poi seleziona Opzioni di separazione e aggiungi “1” al campo Non separare dalle successive. Questa opzione manterrà tutti gli stili “Brand” assieme agli stili successivi.

Fatto!

Fai la stessa cosa con lo stile paragrafo “Model” e avrai terminato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Limiti dell’importazione di XML

Importare dati XML in InDesign viene spesso considerato un processo complicato e inefficiente. Questo perché: 

  • È necessario convertire i tuoi dati in formato XML e questo procedimento risulta piuttosto complesso (scopri il tutorial e i dati di esempio gratuiti qui: da Excel a XML);
  • La creazione di template XML e la mappatura dei campi InDesign sono procedimenti molto poco flessibili. È necessario infatti prevedere e impostare con largo anticipo tutte le opzioni tipografiche presenti nei tuoi template.

Per risolvere queste problematiche, c’è una soluzione che ti permette di creare i tuoi documenti in modo facile e veloce. Si chiama Pagination.

Scopri di più

Automatizza il tuo documento!

Utilizza un nostro template InDesign gratuito o carica il tuo layout. Impaginare i documenti non è mai stato così facile.